• Valeria

Empanadas al nero di seppia



Non sono mai stata a Cuba, ma me la immagino allegra ed accogliente, un posto che resta facilmente nel cuore.


Sfogliando il libro che Cook my books presente questa settimana, si ha un pó la sensazione di esserci stati davvero.

La cucina di casa, la semplicitá degli ingredienti, le tecniche di cottura basiche e tradizionali e quella voglia di ospitare e di mostrare il calore di un popolo.


E' questo che ci raccontano i tre autori di questo libro, che é una piccola gemma.


Un viaggio intrapreso da tre persone: Dan Goldberg, fotografo, Andrea Kuhn, una food stylist e Jody Eddy, una content creator, che ci raccontano una Cuba autentica e senza fronzoli e, soprattutto, ricca di sapori.


Queste empanadas, per esempio, street food per eccellenza, in questa versione hanno un colore accattivante e, vi assicuro, sono davvero irresisitibili, soprattutto accompagnate dalla salsa di peperoni arrostiti.

Una tira l'altra...


Per 6 o 7 persone


Per l’impasto

360 g di farina

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di lievito per torte salate

120 g di burro

50 g di shortening vegetale (io l’ho omesso)

60 ml di vino bianco

4 cucchiai di nero di seppia (circa 4 bustine)

2 uova


Per il ripieno

2 cucchiai di olio

100 g di cipolla bionda tritata

120 g di peperone rosso a cubetti

3 spicchi d’aglio tritati ( io ne ho messo uno)

30 ml di succo di lime

15 g di burro

1 cucchiaio di capperi tritati

450 g di granchio (o aragosta) cotto

2 cucchiai di prezzemolo fresco tritato

2 cucchiai di coriandolo fresco tritato

1 uovo

1 cucchiaio di acqua


Per la salsa ai peperoni grigliati

2 peperoni rossi

2 spicchi’aglio pelati

1 cucchiaino di semi di cumino tostati

1 cucchiaino di sale

60 g di maionese

15 g di succo di lime

Un ciuffo di coriandolo fresco tritato




Per la salsa.

Arrostite i peperoni direttamente sulla fiamma del fornello, girandolo spesso, fino a che la pelle non risulti completamente abbrustolita.

In alternativa potete arrostirli nel forno, utilizzando il grill.

Io ho utilizzato la friggitrice ad aria, 20 minuti a 190C.

Trasferiteli in una pentola con il coperchio o in una busta di plastica per alimenti e lasciate raffreddare.

Quando saranno freddi abbastanza da poter essere maneggiati, spellateli ed eliminate i semi.

Frullateli insieme all’aglio, i semi di cumino e d il sale, fino ad ottenere una crema liscia.

Aggiungete la maionese, il succo di lime ed il coriandolo, mescolate bene ed aggiustate di sale.

Conservate in frigo fino al momento di servire.


Per l’impasto. Mescolate la farina con il sale, lo zucchero ed il lievito. In un robot da cucina a lavorate la farina con il burro fino ad ottenere un composto sabbioso.

Fate sciogliere il nero di seppia con il vino, aggiungete l’uovo leggermente sbattuto ed unite al composto nel robot da cucina.

Lavorate fino ad ottere una palla.

Spolverate una spianatoia con della farina, rovesciatevi l’impasto e lavoratelo fino a che non é liscio ed omogeneo.

Appiattitelo, avvolgetelo nella pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno 1 ora.


Per il ripieno. Scaldate l’olio in una padella a fuoco medio, unite il peperone e la cipolla e fate cuocere per 8-10 minuti, per ammorbidire, mescolando spesso.

Aggiungete l’aglio e fate cuocere altri 2 minuti.

Unite in padella il succo di lime, il burro i capperi e il granchio (o l’aragosta grossolanamente tritata), mescolate bene.

Lasciate cuocere pochi minuti, ottenendo un composto umido ma non troppo liquido.

Togliete dal fuoco ed unite il prezzemolo ed il coriandolo tritati.

Tenete da parte e fate raffreddare completamente.

Sbattete l’uovo con l’acqua in una ciotolina. Togliete l’impasto dal frigorifero, stendetelo con un mattarello fino ad uno spessore di circa 4 mm.

Ritagliate dei cerchi di circa 12 cm di diametro, utilizzando un coppapasta o una ciotolina rovesciata e tagliando la pasta con un coltello affilato lungo i bordi.

Mettete al centro di ogni cerchi circa 2 cucchiai di ripieno, spennellate i bordi con l’uovo e ripiegate a metá, formando una mezzaluna, pressando lungo i bordi con una forchetta per sigillare.

Ripetete l’operazione fino ad esaurire impasto e ripieno.

Foderate una teglia con carta da forno, sistemate le empanadas leggermente distanziate tra di loro e fate riposare in frigo per 30 minuti.


Nel frattempo scaldate il forno a 190C.

Infornate per 30-35 minuti e servitele tiepide con la salsa ai peperoni.



23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti