• Valeria

Crostata ai frutti neri



Settembre é un mese ricco di frutta buonissima, che raccoglie in sé tutto il calore ed il sole dell'estate e lo restituisce, con tutto il suo sapore, all'inizio dell'autunno.


Devo ammettere che ho scelto questa ricetta principalmente perché ho pensato che sarebbe stata molto fotogenica, e non sbagliavo.


Quello che non mi aspettavo é che sarebbe stata anche buonissima.

Il guscio dal sapore un pó rustico e poco dolce si sposa benissimo con la crema corposa e la dolcezza della frutta.


Potete ovviamente variare nella scelta della frutta, decorando la crostata come piú gradite.

Ma questa combinazione di frutti dal colore scuro, dal blu, al viola fino ad arrivare al nero, la rende molto scenica e sicuramente non mancherá l'effetto "wow" al momento di servirla.


Sono felice di aprire la settimana dedicata a Sweeter off the vine di Yossy Arefi per Cook my books con questa splendida crostata.




Per il guscio al grano saraceno

140 g di farina di grano saraceno

63 g di farina 00

60 g di zucchero a velo

½ cucchiaino di sale

1 tuorlo d’uovo

125 g di burro freddo a cubetti

1-2 cucchiai di acqua fredda, se necessario


Per la crema pasticcera

480 ml di latte intero

1 baccello di vaniglia

4 tuorli grandi

130 g di zucchero semolato

25 g di maizena

Un pizzico di sale


Per la crema al mascarpone

450 g di crema pasticcera

225 g di mascarpone

120 ml di panna fresca

450-500 g di frutti dalla buccia scura come: mirtilli, more, fichi neri, prugne, uva nera, uva fragola ecc.


Preparate la pasta per il guscio della crostata.

Nella ciotola di un robot da cucina, mescolate le farine con lo zucchero ed il sale.

Aggiungete il burro e lavorate con la funzione “pulse” fino ad ottenere un composto sabbioso.

Aggiungete quindi l’uovo e lavorate con “pulse” fino a che non sará assorbito dalla farina. Aggiungete quindi l’acqua necessaria, un cucchiaio alla volta, affinché l’impasto si compatti.

Se dovesse risultare ancora slevato aggiungete un altro cucchiaio di acqua fredda.

Quindi rovesciate su una spianatoia infarinata e lavoratelo velocemente con le mani formando una palla e lasciatela riposare in frigo per 30 minuti.

Dopo il riposo, stendete la pasta ad uno spessore di circa 6 mm.

Imburrate uno stampo da 25 cm di diamentro e rivestitelo con la pasta in modo che ricopra tutta la teglia, copreso i bordi. Utilizzate la pasta che avanza per riparare eventuali rotture.

Bucherellate il fondo con una forchetta e fate riposare in frigo altri 30 minuti circa.

Preriscaldate il forno a 190° C. Rivestite la pasta con un foglio di carta da forno e ricoprite con dei ceci di ceramica o veri ceci secchi per fare peso e non far gonfiare il guscio in cottura.

Cuocete in questo modo per i primi 15 minuti, quindi liberatevi dei ceci e della carta da forno e continuate la cottura per ulteriori 10 minuti.

Ultimata la cottura lasciate raffreddare completamente.


Preparate la crema pasticcera.

Fate riscaldare il latte e la vaniglia senza portare ad ebollizione. Spegnete il fuoco e lasciate insaporire il latte per un’ora.

Una volta freddo, rimuovete la vaniglia, tagliate il baccello di lungo e rimuovete i semi all’interno con un coltello. Uniteli al latte.

Riscaldate di nuovo il latte.

Nel frattempo battete i tuorli con lo zucchero, la maizena ed il sale.

Versate a filo sulle uova metá del latte, sempre mescolando.

Quindi trasferite il composto di uova nella pentola con il restante latte e rimettete su fuoco medio, mescolando continuamente, fino a che non inizia ad addensarsi.

Togliete dal fuoco e setacciate la crema per eliminare eventuali grumi. Versate in una ciotola di ceramica coprendo con della pellicola a contatto e fate riposare in frigo fino a completo raffreddamento.


Quando é ben fredda, montate la crema pasticcera con le fruste elettriche fino a farla diventare liscia, quindi aggiungete il mascarpone sempre montando per incorporare.

In un’altra ciotola montate la panna ferma e incorporatela al resto della crema, mescolando con delicatezza.

Assemblate la crostata, riempite il guscio preparato in precedenza con la crema al mascarpone e fate riposare in frigo per almeno un’ora.

Ricoprite con la frutta, decorando a vostro piacere, solo poco prima di servire.



Note. Il guscio, una volta cotto, puó essere congelato e conservato fino a 2 mesi.
La crema pasticcera puó essere preparata fino a 2 giorni prima di essere consumata.



90 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti