top of page
  • Immagine del redattoreValeria

Torta fermentata allo yogurt e arance rosse



Preparo dolci allo yogurt molto spesso, perché sono veloci, perché si conservano bene e piacciono ai bambini, che ultimamente sono diventati dei divoratori di cibo seriali.


Ma mai mi é passato per la testa di lasciar fermentare l'impasto per giorni per intensificare il sapore degli ingredienti.


L'autrice del libro che Cook my Books presenta questa settimana ci insegna questa tecnica con cui ha caratterizzato i prodotti della sua bakery Fortitude Bakehouse, in Irlanda.


Un libro in cui si incontrano tradizione, dolci che ricordano l'infanzia, tecniche innovative e accostamenti di sapore arditi.


Tutte le ricette presenti su questo libro sono nate per durare a lungo.


Per cui accomodatevi e prendete appunti, perché sará una settimana molto interessante.


Inizio oggi con una torta divisa in due parti.

La base allo yogurt, che puó essere lasciata cosí o arricchita con della frutta di stagione, e quello che l'autrice chiama "offshoot", che vuol dire ramo, germoglio.

Un altro modo di dire figlio, discendente, una definizione che mi piace molto. Come la naturale derivazione della ricetta di base.


L'offshoot che ho scelto é quello alle arance rosse, ora in stagione. Un dolce semplice ma dal sapore avvolgente, grazie alla fermentazione.





Per la base allo yogurt

150 g di zucchero di canna

259 g di yogurt naturale

50 ml di olio extravergine d’oliva

200 g di farina 00

75 g di farina di mandorle

1 cucchiaino di lievito per dolci in polvere

½ cucchiaino di bicarbonato

½ cucchiaino di sale


Mescolate lo yogurt con lo zucchero e l’olio in una ciotola capiente.

Mescolate le farine con il bicarbonato, il lievito ed il sale ed aggiungetele poco per volta all’impasto precedente, sempre mescolando, fino ad ottenere un composto omogeneneo.

A questo punto aggiungete la frutta che desiderate o procedete con la versione che sto per darvi.


Torta allo yogurt e arance rosse

La buccia grattuggiata ed il succo di 2 arance rosse

1 cucchiaio di acqua di fiori d’arancio

2 cucchiai di marmellata d’arance (preferibilemente con le bucce)

1 arancia rossa a fette per decorare (facoltativo)

Cannella in polvere


Mescolate la buccia ed il succo delle 2 arance con l’acqua di fiori d’arancio e la marmellata.

Incorporate questo mix nell’impasto preparato in precedenza.

A questo punto avete due alternative.

Versare il composto in uno stampo da plumcake da circa 900g foderato da carta da forno, ed infornare a 180C per 1 ora, facendo sempre la prova dello stecchino.

Fatelo poi raffreddare nello stampo.

L’altra alternativa é far fermentare l’impasto prima della cottura. Trasferitelo in un contenitore a chiusura ermetica e poi in frigorifero per 3 giorni.

La fermentazione fa in modo che la frutta rilasci tutti i suoi aromi, sviluppando un incredibile sapore nell’impasto.

Passati questi giorni, procedete alla cottura come descritto in precedenza.


Il dolce, una volta cotto si conserva per 5 giorni in un contenitore a chiusura ermetica.




166 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti

2 Comments


Giovanna Adinolfi
Giovanna Adinolfi
Feb 09, 2023

buonasera, ho provato, è buonissima ma è cresciuta poco. e' normale? vale la pena di provare a mettere il lievito dopo i tre giorni in frigo? grazie grazie


Like
Valeria
Valeria
Feb 09, 2023
Replying to

Ciao Giovanna, intanto grazie per aver rifatto la ricetta. Sono contenta che ti sia piaciuta.

Il dolce non cresce molto visto che non contiene lievito ma l’importante è che l’interno sia ben areato.

Una ragione per cui può essere cresciuto poco può essere l’aver usato uno stampo troppo grande oppure ingredienti non freschissimi.

Io non aggiungerei il lievito dopo la fermentazione. Al limite, se non ti convince, potresti aggiungere una puntina di lievito e saltare la fermentazione completamente visto che è un passaggio opzionale. 😉

Like
bottom of page